Crisi di coppia dopo il primo figli: cause e rimedi

Home » Psicologia Online » Crisi di coppia dopo il primo figli: cause e rimedi

L’arrivo del primo figlio o figlia può facilitare la comparsa di conflitti nella coppia.

La crisi coppia dopo il primo figlio è una sfida per i genitori, che devono affrontare questa situazione con la migliore disposizione possibile considerando che si tratta più solo di loro, ma bisogna anche pensare al nuovo membro della famiglia.

crisi-di-coppia-nascita-figlio

In questo articolo analizziamo questa crisi, quali sono alcuni dei suoi principali fattori scatenanti, e discuteranno una serie di consigli e rimedi chiave per superarla nel migliore dei modi.

Cosa è la crisi di coppia dopo il primo figlio?

Questa crisi ha la sua origine nei cambiamenti delle dinamiche della coppia. Diventare genitori rappresenta il fatto di accettare un nuovo ruolo nella vita della coppia; non si tratta più solo dei due genitori, e questo può essere difficile all’inizio.

Le variazioni di orari e la routine dei genitori sono una delle principali cause della crisi di coppia dopo il primo bambino, perché a volte sarà necessario dedicare tempo per il nuovo figlio e si ha meno tempo libero.

La coppia potrebbe avere frequenti discussioni sulla questione di chi deve affrontare i bisogni del bambino.

Quando uno è responsabile della cura del neonato mentre l’altro lavora, i conflitti possono arrivare sotto forma di recriminazione da parte del membro della coppia che è responsabile della cura del bambino.

Cause della crisi nella coppia dopo il primo figlio o figlia

Vediamo un elenco delle cause principali che scatenano questa crisi nella coppia.

1. Il bambino è la priorità

È un fatto inconfutabile che i bambini richiedano tutta l’attenzione e la cura dei loro genitori, ed è per questo che la coppia deve capire che alcune delle loro attività prendono il secondo posto.

Quando uno dei partner della coppia, o entrambi, resiste a questo cambiamento, allora i conflitti e la frustrazione derivano dallo stress accumulato .

2. La madre prende le distanze dal padre

Questo distanziamento si verifica perché, in generale, la madre si concentra completamente sul bambino. È responsabile di servire i tuoi bisogni di base, in particolare l’allattamento al seno .

Come conseguenza di queste nuove occupazioni, potrebbe incorrere in un’omissione involontaria nei confronti della coppia, che può portare alla crisi.

3. L’atto sessuale

L’arrivo del nuovo membro della famiglia e le implicazioni che ne derivano ridurranno il rapporto con il sesso nella coppia. Almeno per un po’, quest’area sarà compromessa dalla mancanza di tempo e dall’avere meno energia .

4. Responsabilità in casa

Un aspetto che, sebbene in linea di principio possa sembrare banale, ha un impatto decisivo sulla crisi sorto dopo il primo figlio. Succede che non è così facile distribuire il tempo e le attività domestiche in modo equo .

Di solito sarà uno che dovrebbe occuparsi di questi problemi, mentre l’altro si occuperà del bambino. Questo cambiamento nelle faccende domestiche può portare a disaccordi e argomenti costanti.

Depressione postpartum

Un altro problema che può essere correlato a questa crisi è la depressione postpartum. Quando le donne sperimentano la nascita di un bambino, hanno una serie di alterazioni ormonali che sono una risposta naturale a questa esperienza.

In alcuni casi, questo cambiamento nei loro ormoni può renderli in qualche modo sensibili, causando loro uno stato depressivo di intensità variabile per un certo periodo, sebbene il più comune sia che nulla di tutto questo accade. Quando accade, la comprensione della coppia e il sostegno della famiglia sono fondamentali per la donna per superare adeguatamente questa situazione.

Leggete qui per approfondire la depressione postpartum.

Rimedi, come affrontare questa crisi?

In queste righe vedremo alcuni consigli utili che possono essere utilizzati per far fronte a questa situazione nella coppia.

1. Non evitare la crisi

Questo primo punto si riferisce all’importanza di accettare che state attraversando una situazione difficile. Dopo l’accettazione, la coppia può iniziare a considerare le migliori soluzioni ai problemi che si presentano.

2. Riconosci i punti di discussione

In generale, ci sono situazioni quotidiane che finiscono in discussione. Se riusciamo a identificare quali sono questi fattori scatenanti, potremmo essere in grado di prevenire i combattimenti .

3. Comunicazione assertiva

La comunicazione nella coppia è un fattore fondamentale affinché la relazione sia solida e il legame amoroso sia rinforzato . Se siamo in grado di esprimere chiaramente e adeguatamente le nostre emozioni e sentimenti, sarà più facile per noi raggiungere una soluzione insieme al nostro partner.

4. Terapia di coppia

La terapia per coppie di accompagnatori è una decisione importante che dovrebbe essere discussa in modo che entrambi i membri della relazione abbiano la possibilità di esprimere quali sono le aspettative. preoccupazioni e bisogni . Una volta che concordano su diversi punti fondamentali, sarà più facile che il processo si evolva correttamente insieme al terapeuta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Blog Cure e Rimedi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: