Presta attenzione alle mani gonfie in gravidanza

Home » Gravidanza » Presta attenzione alle mani gonfie in gravidanza

Durante la gravidanza, il tuo corpo subisce dei mutamente poiché cambia il tuo metabolismo; tuttavia, se noti delle mani gonfie durante la gravidanza, fai attenzione!   Il gonfiore dei piedi e delle caviglie è normale nelle ultime settimane. È dovuto alla ritenzione idrica poiché la circolazione sanguigna nelle gambe rallenta. Questa condizione è chiamata edema ma può raramente apparire sulle tue mani!  Il disagio alle dita e alle mani durante la gravidanza può essere formicolio o intorpidimento, e talvolta infiammazione. Questo problema è chiamato “sindrome del tunnel carpale” e la causa è l’infiammazione dei tessuti dei polsi.

gravidanza

Mani gonfie in gravidanza, tunnel carpale o edema

Tra i mutamenti in gravidanza nella forma e dimensione del tuo corpo, pelle, capelli e unghie, si aggiungono anche piedi e caviglie gonfie! I piedi gonfi e le caviglie sono normali verso la fine della gravidanza, e il gonfiore diventa più evidente alla fine della giornata o se sei incinta durante l’estate. Il gonfiore è causato dall’accumulo di liquidi nei tessuti.

L’edema può anche comparire dopo il parto, poiché la circolazione deve essere riorganizzata dopo aver dedicato molto sforzo al mantenimento dell’utero vascolarizzato. Questo tipo di edema dovrebbe scomparire entro poche settimane dal porto.

I nostri consigli:

  • Se noti delle mani gonfie, vai dal dottore perché potrebbe esserci il rischio di una complicazione chiamata preeclampsia o tossiemia;
  • Evita vestiti stretti sulle tue mani o qualsiasi cosa li comprima;
  • Riposa le mani;
  • Mantieni i polsi dritti;
  • Eseguire massaggi per stimolare la circolazione e facilitare il drenaggio del liquido.
  • Non smettere di bere acqua perché potresti disidratarti; Bere almeno otto bicchieri d’acqua al giorno.

Mani gonfie dalla preeclampsia

La preeclampsia è un problema che può comparire dopo la 20a settimana di gravidanza. Colpisce tra il 3 e il 7% delle donne in gravidanza e sebbene la causa esatta non sia nota, si ritiene che alcuni dei fattori che influenzano siano:

  • Disturbi autoimmuni
  • Problemi vascolari
  • dieta
  • genetica
  • ambiente

Le donne con più probabilità di avere preeclampsia sono determinate da fattori quali l’obesità, il diabete, pressione alta o malattie renali, gravidanze multiple e l’età oltre 35 anni.

Non ci sono molti sintomi nella preeclampsia; In effetti, la donna che soffre di questo problema non si sente male, ma il segno più chiaro è il gonfiore delle mani e del viso.

Altri sintomi:

  • Aumento di peso improvviso (900 grammi a settimana);
  • Mal di testa costante;
  • Difficoltà respiratorie;
  • Dolore addominale sul lato destro;
  • Diminuzione della quantità di urina;
  • Visione offuscata, fotofobia.
  • Ipertensione arteriosa

Secondo gli specialisti, l’unico modo per risolvere il problema della preeclampsia è quello di indurre il travaglio, ma in molti casi il bambino non è ancora maturo abbastanza da affrontare la vita al di fuori della pancia della madre. Una parto sicuro può verificarsi dopo la settimana 37. Prima di quel tempo, il medico probabilmente raccomanderà il riposo e controlli frequenti fino a quando il bambino è in grado di nascere.

I segni e i sintomi della preeclampsia dovrebbero scomparire 45 giorni dopo il parto. Non c’è modo di prevenirlo; questo è il motivo per cui è molto importante iniziare con la cura prenatale sia di te che del bambino il prima possibile.

Se stai indagando su mani gonfie e gravidanza su Internet, troverai sicuramente molte pagine che riportano che è normale che le estremità si gonfino durante la gravidanza. Tuttavia, non tutti i siti ti informano sul rischio di gonfiore della mano in gravidanza.

Ad un certo punto durante la gravidanza può essere visualizzato un leggero gonfiore sul viso o le mani, che può aumentare con l’avvicinarsi della data di nascita, ma le mani gonfie insieme con gli altri sintomi che abbiamo descritto sono un segno di preeclampsia. Di fronte a questo la prima e unica cosa che dovresti fare è andare dal tuo medico.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Blog Cure e Rimedi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: