Come uscire da una relazione tossica?

Home » Ansia e Stress » Depressione » Come uscire da una relazione tossica?

Molte volte abbiamo sentito parlare di relazioni tossiche, ma in realtà cos’è una relazione tossica? e in che modo ci riguarda?

Quali sono le relazioni tossiche?

Le relazioni tossiche sono quelle che hanno un impatto negativo sul nostro benessere , non solo psicologico ma spesso anche fisico, poiché questo tipo di relazione con il partner è associato ad abusi e altri problemi rilevanti, come dipendenza, intense discussioni o disuguaglianze. nella relazione.

Anche se è vero che la percezione di un legame come tossico dipende in ultima analisi dall’opinione soggettiva, di solito è possibile identificare una relazione tossica quando ci fa stare male a causa dei comportamenti inaccettabili e continui della coppia nei nostri confronti. A volte le dinamiche sono così negative che la relazione è tossica praticamente da qualsiasi punto di vista.

Un’altra delle caratteristiche principali delle relazioni tossiche è che ci fanno sentire repressi e chiusi , incapaci di svilupparci come individui. Ciò è particolarmente vero nei legami tossici altamente diseguali in cui una persona controlla le decisioni dell’altra, comprese le attività ricreative o le relazioni con gli amici.

Uscire da una relazione tossica è ancora più delicato quando ci sono bambini nel sistema familiare. In questi casi è essenziale cercare il sostegno di persone vicine e persino adottare misure legali se necessario per garantire il benessere dei nostri figli.

Come uscire da una relazione tossica?

Non è possibile schematizzare una serie di passaggi per uscire da una relazione tossica, poiché ogni caso ha le sue complessità; Tuttavia, possiamo offrirti alcuni suggerimenti per identificare una relazione tossica e i passi per romperla quando è più conveniente. I tuoi cari possono essere di grande aiuto per raggiungere questi obiettivi, quindi non esitare a condividere il tuo disagio con le persone di cui ti fidi di più.

– Metabolizza che la relazione ci faccia male

La negazione è molto comune nelle relazioni tossiche . In queste situazioni può essere difficile accettare che certi comportamenti del nostro partner o le dinamiche relazionali siano spiacevoli e ci facciano del male. In effetti, anche il rapporto con la coppia tende a dare la priorità a quelli che abbiamo con i nostri cari che non lo approvano, che paradossalmente possono persino essere visti come tossici.

Accettare che un legame ci faccia del male emotivamente è il primo passo per individuare ed uscire da una relazione tossica. Allo stesso modo, se gli amici, la famiglia o altri di cui ci fidiamo ci avvertono che pensano di avere una relazione tossica, dobbiamo considerare che è molto probabile che le loro intenzioni siano oneste e cerchino il nostro benessere.

– Analizzare la necessità di apportare modifiche

Quando non conosciamo ancora molto un partner e rileviamo segni di “tossicità” è logico dubitare che questi comportamenti possano essere considerati accettabili o meno, nonché se il nostro partner possa cambiare o, al contrario, le dinamiche insoddisfacenti che si stanno verificando la generazione verrà mantenuta in futuro.

Tuttavia, se dopo aver analizzato attentamente la situazione percepiamo che la relazione è tossica e continuerà ad esserlo, mantenerla probabilmente non è l’opzione migliore. In linea di principio non dovresti mai fare affidamento sull’altra persona per cambiare : se non ti piace la relazione e non hai fiducia in essa, forse la cosa più saggia da fare è cambiare la tua prospettiva e uscirne, invece di cercare di cambiare il modo di essere dal partner tossico.

– Parla con le persone vicine

Un altro dei passi più importanti per uscire da una relazione tossica è comunicare onestamente con le persone di cui ci fidiamo delle nostre preoccupazioni. Questo ci consente di verbalizzare i pensieri sulla relazione che potremmo non aver completamente elaborato consapevolmente, oltre a ottenere una nuova prospettiva e supporto emotivo.

Nei casi in cui la relazione con il partner ha una dipendenza o una componente “avvincente”, può avere un senso particolare chiedere aiuto ai nostri cari per quanto riguarda il processo decisionale e la gestione del processo di separazione, soprattutto quando esiste il rischio di è richiesto un abuso e una qualche forma di protezione fisica (ad esempio un cambio temporaneo di indirizzo).

– Interrompere il contatto con l’ex partner

Limitare il contatto con il tuo partner dopo una rottura non deve sempre essere l’opzione più salutare, ma quando si lascia una relazione tossica di solito è la cosa migliore iniziare a sostituire la propria vita senza soffrire lo stesso disagio emotivo che proveremmo se mantenessimo il legame e continuano a sperimentare le proprie dinamiche negative.

– Lavorare sull’autonomia personale

Poiché le relazioni tossiche spesso consumano gran parte del tempo e dell’energia delle persone coinvolte in esse, quando si interrompe una è di solito consigliabile prendere l’abitudine di svolgere attività per conto proprio o in compagnia di altre persone, ad esempio amici con quelli di noi che hanno perso il contatto a causa della relazione tossica.

Includere nuove attività ricreative nella routine quotidiana è molto utile per trovare soddisfazione ogni giorno senza la presenza del partner tossico. La partecipazione a sport e altre attività di gruppo, come seminari di teatro o lezioni di lingua, è particolarmente utile perché offre l’opportunità di sviluppare nuovi legami interpersonali.

– Segui una terapia psicologica

La terapia psicologica di supporto può essere utile in una qualsiasi delle fasi della rottura di una relazione tossica, dal momento in cui iniziamo a considerare la possibilità di essere in una fino al periodo che segue la separazione, che può diventare molto difficile da gestire, soprattutto se la relazione è stata molto coinvolgente e ha raggiunto molte aree della vita.

Andare in terapia è utile per gestire le emozioni negative e anche per concentrarsi sulla relazione tossica e le sue conseguenze come un problema che può essere affrontato e risolto se applichiamo le strategie psicologiche appropriate.

– Se necessario, richiedere assistenza legale

L’abuso psicologico e fisico è abbastanza comune nelle relazioni tossiche . Se ti trovi in ​​una situazione del genere, considera seriamente la possibile convenienza di recarti dalla polizia o da professionisti legali specializzati in questo settore; A volte i rapporti tossici possono richiedere ordini restrittivi o altre misure legali per prevenire i rischi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Blog Cure e Rimedi
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: