Consigli per superare la depressione post-vacanza

Home » Ansia e Stress » Depressione » Consigli per superare la depressione post-vacanza

La sindrome post-vacanza, nota anche come stress post-vacanza o depressione, è un insieme di sintomi che si verificano quando dobbiamo rispondere ai nostri obblighi di lavoro, la famiglia o di studio, dopo un periodo di vacanza.

La sindrome post-vacanza non è considerata come una malattia né si manifesta in tutte le persone.

Ne soffrono con maggiore probabilità le persone con età tra i 45 ei 55 anni e hanno sperimentato un cambiamento nei loro ritmi biologici (dogane, orari, ecc), durante la vacanza.

Circa il 35% della popolazione avvertono stanchezza, apatia, mancanza di concentrazione e sonnolenza quando rientra a lavoro dopo le vacanze. Questi sono alcuni dei principali sintomi di stress post-vacanza – che di solito regrediscono entro 10 / 14 giorni.

Il miglior rimedio è la prevenzione: Lavorare in un’attività che ci piace e godersi una vacanza rilassante sono i modi migliori per evitare il disagio causato dal ritorno alla routine.

Come superare la depressione post-vacanza

Depressione post vacanza

Depressione post vacanza

Ma se il vostro lavoro tende ad essere stressante qui di seguito alcuni consigli per aiutarvi a superare la sindrome post-vacanza.

Pianificare il vostro ritorno con il tempo . Non fate l’errore di ritornare dalla vacanza il giorno prima del vostro ritorno al lavoro. Prendere almeno un paio di giorni per riprendere gli allenamenti e disfare le valigie delle vacanze.

Affronta le attività di lavoro a poco a poco. Prendetevi il tempo per discutere quali compiti devi fare, dare priorità alla più importante e urgenti e inizia con la più semplice e piacevole.

Rispetto delle ore di sonno. Mentre nella vostra vacanza si poteva stare alzati fino a tardi e dormire con irregolarità, è importante che i ritmi del sonno ritornino normali.

Consumo moderato di alcol e caffeina. L’alcol è un sedativo del sistema nervoso centrale che può aggravare i sintomi di apatia, depressione, e la fatica causata dalla sindrome post-vacanza. Caffè e bevande contenenti caffeina aiutano invece i sintomi di stress acuto. Ridurre l’assunzione di queste sostanze per evitare mali maggiori.

Fare sport. Oltre ad aiutare a rilasciare endorfine, piccole proteine ​​responsabili per averci fatto sentire felice, ottimista e rilassato, lo sport permette alla nostra mente di allontanare lo stress, concentrandosi sulla realizzazione dell’esercizio.

Organizza il tuo tempo per divertirsi. Allo stesso modo che si spende del tempo ogni giorno per lavoro, assicuratevi di mettere da parte il tempo per te stesso e anche per le cose che ti piace.

Impostare i limiti e imparare a dire “no”. Ogni cosa a suo tempo. Frena l’impazienza. L’impostazione dei limiti aiuta a prendere il controllo della situazione.

Guarda il positivo. Durante tutta la giornata cerchiamo di ritagliare dei momenti di svago. Una parola gentile, una risata al momento del caffè, una telefonata da qualcuno che si prende cura di noi. Grazie a questi piccoli gesti prendiamo coscienza di tutto il bene che ci circonda.

Non dimenticate di dedicare un sorriso o un semplice “grazie” a quelle persone che ci rendono il nostro lavoro un posto migliore.

Siate pazienti. La sindrome post-vacanza è transitoria. Una volta ripresi i ritmi i sintomi scompaiono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Blog Cure e Rimedi