Quando dire alla famiglia di essere incinta?

Home » Gravidanza » Aborto » Quando dire alla famiglia di essere incinta?

Quando una donna rimane incinta in genere la prima persona che viene a saperlo è il compagno e successivamente la famiglia e, infine gli amici.

La domanda su cui vogliamo incentrare in questo articolo di cura e rimedi è: quando comunicare di essere incinta? 

test di gravidanza incinta

test di gravidanza incinta

Ci sono donne incinta che non esitano a raccontare alla sua famiglia che presto avranno un nipote, ma ci sono altre madri che preferiscono aspettare, per paura che ci possano essere dei problemi nelle prime settimane di gravidanza.

In genere le donne che non hanno mai avuto problemi con la gravidanza (perché non è la prima) comunicano subito la notizia alla famiglia. Stessa situazione anche per le donne con la prima gravidanza che prese dall’entusiasmo e dall’inesperienza comunicano subito la notizia basandosi sul test di gravidanza fatto.

Non tutte le gravidanze raggiungono il termine

Una ragione di aspettare un po’ per dare la notizia è che non tutte le gravidanze vanno a termine . Molti ovuli fecondati non riescono ad impiantarsi e, infine vengono espulsi con le mestruazioni, una situazione che le madri spesso non riescono nemmeno a rendersene conto. Anche se il test di gravidanza risulta positivo, la donna potrebbe subire un aborto spontaneo per mille motivi nelle prime settimane (esempio distacco placenta).

Il periodo di maggior rischio sono le prime settimane, quindi, in caso di dubbio, fate passare qualche settimana in più rispetto al test di gravidanza e se possiamo darvi un consiglio come fanno molte donne, comunicano ai propri genitori di essere incinta dopo aver fatto l’ecografia e verificato che va tutto bene.

Altre madri, pur sapendo questo, non sono in grado di mantenere il segreto e preferiscono spiegare di essere incinta con rischio aborto se si sono manifestati dei problemi (esempio perdite di sangue nelle urine).

Il rischio maggiore di dare la notizia nelle prime settimane di gravidanza è quindi che qualcosa va storto e si dovranno dare poi spiegazione sui problemi avuti.

Mentre quando sono trascorse diverse settimane e soprattutto quando siete vicini alla settimana 12 che corrisponde alla fine del primo trimestre, il rischio è in diminuzione.Se si dà la notizia alfa fine del trimestre la gravidanza, per gli altri, diventa un’attesa di circa 6 mesi (invece di nove), diminuendo l’ansia della famiglia.

Tuttavia, se ti presenti a casa dicendo che sei incinta di tre mesi (o due, a seconda delle preferenze), è possibile creare disagio perché i genitori possono vederla come una mancanza di fiducia o di comunicazione ( “Io sono tua madre, perché non me l’hai detto prima? “), e anche il sospetto che solo i genitori di una parte della coppia siano informati.

Le statistiche dicono che la maggior parte delle donne incinta sono discrete, quindi aspettare di vedere che tutto va bene prima di dare la notizia, cercando di ridurre al minimo il tempo di attesa degli altri. C’è gente meno riservati e preferisce ricevere il sostegno della famiglia fin dal primo momento e la verità è che è anche qualcosa di bello, perché la gravidanza diventa più consapevole, più reale e perché la famiglia si sente più coinvolto con la madre e il bambino.

Ora vi chiedo: quando hai detto alla famiglia che eri incinta?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Blog Cure e Rimedi