Quali sono i sintomi del parto?

Home » Gravidanza » Quali sono i sintomi del parto?

E’ importante sapere quali sono i sintomi più comuni che il parto è vicino per mantenere la calma e sapere quando andare all’ospedale.

Gravidanza

Gravidanza

Se si parla di parto naturale, in quanto vi sono meccanismi per innescare artificialmente il parto come induzione di ossitocina, ormone sintetico che provoca le contrazioni uterine.

Il parto viene attivato come risultato di una combinazione di fattori. In particolare, il parto inizia quando le note contrazioni ritmiche, progressive e intensi iniziano a verificarsi come “doglie del parto”.  Cioè dovrebbero essere almeno 2 o 3 le contrazioni ogni 10 minuti e il collo ha raggiunto 2-3 cm dilatati.

Ma ci sono segni e sintomi che compaiono giorni prima del parto, che indicano che la data si avvicina .

Di solito non si verificano nello stesso ordine in tutte le donne incinta o con la stessa intensità, anche la stessa donna può avere segni diversi in diverse gravidanze. Qui vi elenchiamo i segni più comuni che il parto è vicino.

gonfiore: nell’ultimo periodo di gravidanza il bambino è incorporato nella parte pelvica dell’addome alleviando la pressione nelle costole e lo stomaco, e noterete invece una pressione più intenso nella parte inferiore del bacino. In alcune donne, questo gonfiore compare settimane prima del parto, mentre in altre a poche ore prima dell’inizio del doglie.

contrazioni sempre più intense: le contrazioni possono essere presenti durante le ultime settimane, ma diventano più intense e frequenti negli ultimi giorni. Molte donne si preoccupano quando non si è in grado di riconoscere quelle da parto, pertanto è necessario conoscere le contrazioni false (contrazioni di Braxton Hicks) dalle “vero”.

Le prime sono irregolari, spesso si verificano alla fine della giornata o dopo un certo sforzo, mentre le seconde sono più dolorose e soprattutto regolare. Contrazioni del parto sono più forti, durano più tempo (tra 30 e 70 secondi) e sono percepite come crampi nella bassa della schiena. Pensate l’utero, che è un muscolo comincia a contrarsi ad intervalli regolari e raggiunge il collo dell’utero con una dilatazione di 10 cm in modo da poter muovere la testa del bambino.

Espansione: per consentire il passaggio del bambino attraverso il canale del parto della cervice deve essere dilatato a 10 cm. Ma è probabile che giorni prima del parto la dilatazione è iniziata, soprattutto se hai avuto bambini precedenti. La modifica della cervice è uno dei segni che il parto si avvicina, la sua consistenza diventa più morbida, da cui deriva il termine di avere “collo soft”.

segni emotivi: alcune mamme, soprattutto prima subiscono una certa instabilità emotiva mentre ci avviciniamo alla data del parto. Il desiderio di vedere il viso del bambino, la preoccupazione che tutto vada bene accoppiato con fatica sono sentimenti naturali. Ma non lasciate che i timori offuscano il grande giorno della nascita del vostro bambino. Essere preparati e informati vi aiuterà ad affrontare questo momento con maggiore serenità e tranquillità. Concentrarsi su pensieri positivi e segnali che inviano il vostro corpo e il vostro bambino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Blog Cure e Rimedi