Cosa sente e pensa una persona depressa?

Home » Ansia e Stress » Cosa sente e pensa una persona depressa?

Qual è il ritratto psicologico di una persona con la depressione? Qual è il nostro atteggiamento nei confronti di un familiare o un amico, quando viene diagnosticato con un disturbo depressivo? In questo articolo proveremo a farvi capire, a comprendere e forse accompagnare con un’altra visione queste persone in questo difficile periodo della vita con i sintomi di depressione. Dovrebbe essere chiarito che anche se qui si parla genericamente di “depressione”, ci sono diversi tipi e gradi e con notevoli differenze tra di loro, sia nei sintomi e l’approccio terapeutico e la comprensione.

Combattere la depressione

Combattere la depressione

La persona depressa si sente senza energie e voglia

“Io non sento niente. Mi annoia tutto. Non sono in grado di concentrarsi, per leggere un libro e la televisione mi annoia. Voglio stare solo a letto disteso. E’ come se non avessi la forza di fare nulla, per quanto piccola. Sono come intorpidito. La mia famiglia e il mio ambiente dicono che è una questione di forza di volontà. Io faccio la mia parte”.

Questa è una delle ‘lamentele’ più comuni tra le persone che hanno sintomi depressivi. La famiglia e gli amici più vicini pensano che la depressione è soprattutto una questione di energia che si intende per forza di volontà. Nel corso di un disturbo depressivo è da attribuire ad una presunta debolezza o mancanza di coraggio della persona. A volte, quando si parla di depressione pensiamo che sia causato da un singolo disturbo, di solito di origine straniera e localizzata. Ma questo spesso non vero in tutti i casi. Ricordate che la depressione potrebbe essere sviluppato da eventi esterni ma anche squilibri neurochimici nel cervello..

Quando una persona depressa dice “Non posso o Non ce la faccio” dovete credergli. E’ importante per distinguere tra realtà e visione della realtà di una persona con sintomi depressivi. Gran parte del lavoro terapeutico di una psicologa o anche più semplicemente dalle persone care, sarà costituito proprio di cambiare il modo in cui la persona depressa osserva la realtà. Questo è un inizio per aiutare le persone che soffrono di questo sintomo e stanno male.

Svalutazione, la disperazione e la sofferenza

“Sento che sono privo di valore, che sono inferiori a tutti. Non mi paragono nemmeno me stesso per gli altri, perché so che gli altri sono molto meglio di me. Io non merito di avere un compagno/a. Io soffro da solo. Accanto a me lui non è felice. E ‘impossibile essere felice con persone come me, io non sono degno di stare con altre persone. Sono da biasimare per la sua infelicità e, talvolta, voglio morire. Non mi ricordo quando è stata l’ultima volta che ho provato la gioia di qualcosa. Ho un grande desiderio di piangere, ma non mi vengono le lacrime, che ne sarà di me? ».

L’umore depresso provoca molto dolore e si prova disperazione e senso di colpa. La disperazione perché la persona è convinta che non c’è niente da fare, non è possibile invertire questa situazione. La disperazione arriva a far pensare alla morte, perché il suicidio è visto come un mezzo per alleviare le sofferenze, di noi stessi e delle persone vicine. La persona si sente così colpevole di provocare tanta sofferenza e senza risorse sufficienti per porre fine a questa situazione di solito si sviluppano sintomi di ansia, manifestazioni somatiche concreti come oppressione toracica, mancanza di respiro, palpitazioni e tremori, che provocano grande disagio generale e automaticamente alimenta il senso di mancanza di controllo .

Ritmo alterata a causa della depressione

“Al mattino ho una terribile paura di alzarsi dal letto perché mi vuole un upset scioccante, con una tristezza che accompagna sempre me e la mia testa non riesco a smettere di pensare più e più volte su questo tema che mi perseguita. So che abbiamo parlato di questo e capisco che sono cose del passato e non mi devono interessare così tanto. Ma non posso farne a meno. E ‘divertente, ma la sera mi sento meglio, è come se avesse visto le cose in modo più chiaro e di prendere una certa distanza con questo che mi permette di respirare. Tuttavia, pensando che domani sarà lo stesso che si preoccupano così tanto che mi impedisce di addormentarsi durante la notte. E ‘qualcosa che ho paura, nessuna ansia mi dormire di nuovo “.

Le persone con un disturbo depressivo tendono a variare molto in loro sintomi per tutta la giornata, con marcate differenze come mattina o pomeriggio. Essi hanno generalmente un miglioramento della loro sintomi pomeriggio rispetto al mattino , anche se alcune persone questo miglioramento non si riferisce così marcatamente. Paradossalmente , questo crea loro ansia, in quanto spesso anticipano il disagio che l’esperienza “sicura” la mattina seguente. Ciò è dovuto ad un ciclo cognitivo che li incoraggia ad anticipare profeticamente ciò che accadrà a loro. Ed è proprio questa azione preventiva, che lavora attivamente per il ciclo di ricominciare.

Così fa la difficoltà ad addormentarsi o risvegli frequenti durante la notte. Quando la persona ‘sa’ che non dormire, non andare a dormire. Curiosa è un nostro diritto mente? Tuttavia, esso è possibile per rompere questo ciclo . Molte persone hanno fatto e da fare, ma ancora una volta, non è una questione esclusivamente di forza di volontà, ma di impegno per un lavoro personale strutturato.

Sono depresso, non voglio uscire

“E ‘da tempo che non esco. In ogni caso, non mi sento di uscire e soprattutto non vogliono incontrare conoscenti. Odio sentirmi chiedere come sto e se devo fare questo o quello. Ho la sensazione che io sono sulla bocca di tutti. E ‘qualcosa che mi infastidisce enormemente. Mi guardo allo specchio e vedo una persona che sta invecchiando, non ho alcun interesse in nulla e anche non mi interessa quello che succede in tutto il mondo. “

Generalmente le persone etichettate come depresse rischiano di ammettere e accettare questa diagnosi come normale e si comportano come previsto da questa malattia: l’isolamento sociale, l’abbandono personale e l’isolamento .

Termini più ricercati:

  • cosa pensa un depresso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Blog Cure e Rimedi