Che cos’è lo stress?

Home » Ansia e Stress » Che cos’è lo stress?

Stress

Termine introdotto dall’endocrinologo H. Selye per indicare il perturbamento della condizione di equilibrio di un organismo, quale può essere determinato dall’azione di stimoli di varia natura ed intensità (agenti stressanti) provenienti dall’ambiente esterno o dall’interno stesso dell’organismo, ivi compresi stimoli di natura psichica. A questi stimoli l’organismo reagisce oltre che con risposte specifiche (es. reazioni di difesa immunitaria in caso di agenti infettivi) anche con reazioni generali aspecifiche. A tale complesso di fenomeni aspecifici Seyle ha dato il nome di sindrome generale di adattamento: nella sua espicazione svolge un ruolo importante l’ipotalami, con l’attivazione del sistema nervoso vegetativo simpatico e dell’asse endocrino ipofisi-surrene.

L’organismo, pertanto, reagisce allo stress aumentando la secrezione di certi ormoni e inibendone altri.  Lo stress causa cambiamenti fisici nel cervello e nel corpo. La fatica, l’ansietà, la depressione, i disturbi del sonno, sono causati da malfunzionamenti chimici del cervello. Lo stress protratto nel tempo può causare danni fisici. Sostanze messaggere come la serotonina, la noradrenalina e la dopamina sono tra le principali sostanze chimiche che iniziano a funzionare male. Lo stress può causare una cattiva produzione di queste sostanze.La serotonina è importante per dormire bene, per la regolazione del nostro orologio interno, per la regolazione della temperatura corporea, per la contrazione della muscolatura liscia dei vasi, dell’intestino, dei bronchi, dell’utero e della vescica, nella regolazione dell’automatismo intestinale, nella modificazione della pressione arteriosa, interviene nei processi allergici e infiammatori, riduce il tempo si sanguinamento, determina la sintomatologia dell’emicrania, etc. La serotonina è anche convertita in melatonina e viceversa.  Il primo segno di stress è quindi un sonno cattivo.

La noradrenalina “setta” i livelli di energia del nostro corpo. Senza noradrenalina nel cervello, ci si sentirà sempre stanchi. La noradrenalina funge da mediatore chimico della trasmissione nervosa, determina la trasmissione degli impulsi nervosi dalle fibre agli organi effettori, controlla il tono dei vasi sanguigni, la muscolatura liscia dell’intestino, dell’utero, dell’iride, la replezione della milza, la produzione pancreatica di insulina, la scissione epatica del glicogeno in glucosio. Avere bassi livelli di noradrenalina è come cercare di avviare un’automobile con la batteria scarica.

La dopamina è importante per la produzione delle endorfine, sostanze tra l’altro regolatrici del senso del dolore, nella regolazione del piacere, etc. Lo stress ha azione immunosoppressiva, attraverso la produzione di noradrenalina e di cortisolo da parte delle ghiandole surrenali.  Il cortisolo è particolarmente attivo nel metabolismo dei carboidrati, interviene nel ritmo sonno-veglia (è maggiore nelle ore diurne). L’aumento di glicocorticoidi ha azione tossica per i processi neurologici. Nello stress cronico, anche la risposta ormonale di adattamento è cronica, comportando affaticamento ed indebolimento generale. Insorgono facilmente malattie, i processi di crescita, ricambio e riparazione dei tessuti vengono ritardati. Lo stress può causare un aumento del livello degli ormoni androgeni, aggravando la caduta dei capelli (colpa del cortisolo). Ciò è particolarmente evidente nelle donne, dove il livello di androgeni prodotti dalla ghiandola surrenale aumenta. Infatti sotto stress ad esempio l’acne aumenta e le donne saltano qualche ciclo.

Sintomi dello Stress

Frequente sensazione di stanchezza generale, accelerazione del battito cardiaco, difficoltà di concentrazione, attacchi di panico, crisi di pianto, depressione, attacchi di ansia, disturbi del sonno, dolori muscolari, ulcera dello stomaco, diarrea, crampi allo stomaco, colite, malfunzionamento della tiroide, facilità ad avere malattie, difficoltà ad esprimersi ed a trovare un vocabolo conosciutissimo, sensazione di noia nei confronti di ogni situazione, frequente bisogno di urinare, cambio della voce, iperattività, confusione mentale, irritabilità, abbassamento delle difese immunitarie, diabete, ipertensione, cefalea, ulcera.Frequente sensazione di stanchezza generale, accelerazione del battito cardiaco, difficoltà di concentrazione, attacchi di panico, crisi di pianto, depressione, attacchi di ansia, disturbi del sonno, dolori muscolari, ulcera dello stomaco, diarrea, crampi allo stomaco, colite, malfunzionamento della tiroide, facilità ad avere malattie, difficoltà ad esprimersi ed a trovare un vocabolo conosciutissimo, sensazione di noia nei confronti di ogni situazione, frequente bisogno di urinare, cambio della voce, iperattività, confusione mentale, irritabilità, abbassamento delle difese immunitarie, diabete, ipertensione, cefalea, ulcera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Blog Cure e Rimedi