Attacchi di panico e disturbi associati

Home » Ansia e Stress » Attacchi di panico e disturbi associati

Un attacco di panico è un improvviso aumento di ansia e di paura travolgente. Il vostri cuore batte velocemente e non si riesce a respirare, ci si sente come se si stesse per morire o impazzire

Se non curati, gli attacchi di panico possono portare al disturbo da panico e ad altri problemi che possono anche causare la cessazione di attività normali.

Gli attacchi di panico possono essere tranquillamente curati e prima si chiede aiuto, meglio è. Con il trattamento è possibile ridurre o eliminare i sintomi da panico e riprendere il controllo della propria vita.

Capire gli attacchi di panico

In molti casi, gli attacchi di panico colpiscono di punto in bianco, senza alcun preavviso. Spesso, non vi è alcuna ragione evidente per l’attacco. Possono anche verificarsi quando si è rilassati o addormentati.

Un attacco di panico può essere un evento una tantum, ma molti hanno avuto attacchi a ripetizione e ricorrenti, spesso innescati da una situazione specifica, come ad esempio l’attraversamento di un ponte o la paura di parlare in pubblico – soprattutto se tale situazione ha causato un attacco di panico prima. Di solito, il panico deriva da una situazione in cui ci si sente in pericolo e impossibilitati a scappare.

È possibile che si verifichi uno o più attacchi di panico sebbene perfettamente felici e sani, oppure i tuoi attacchi di panico possono essere parte di un altro disturbo, come ad esempio fobia sociale o la depressione.  Indipendentemente dalla causa gli attacchi di panico sono trattabili, ci sono molti trattamenti efficaci e cure che è possibile utilizzare per affrontare i sintomi.

Segni e sintomi di un attacco di panico

Gli attacchi di panico spesso colpiscono quando sei lontano da casa, ma possono accadere ovunque e in qualsiasi momento. Se ne può avere uno mentre si è in un negozio per fare shopping,  si cammina per strada, si guida in auto, o  si è seduti sul divano di casa. I segni ed i sintomi di un attacco di panico si sviluppano improvvisamente e di solito raggiungono il loro picco in 10 minuti. La maggior parte degli attacchi di panico finisce entro 20 – 30 minuti e  raramente durano più di un’ora.

Un vero attacco di panico include una combinazione dei seguenti segni e sintomi:

  • mancanza di respiro o iperventilazione;
  • palpitazioni di cuore o un cuore da corsa;
  • dolore toracico o disagio;
  • tremore o agitazione;
  • sensazione di soffocamento;
  • sensazione di irreale o distaccata dal vostro ambiente;
  • sudorazione;
  • nausea o mal di stomaco;
  • sensazione di vertigini, senso di stordimento, o svenimento;
  • intorpidimento o formicolio sensazione;
  • vampate di calore o freddo;
  • la paura di morire, perdere il controllo, o di impazzire.

La maggior parte dei sintomi di un attacco di panico sono fisici e molte volte questi sintomi sono così gravi che le persone pensano di avere un attacco di cuore. In realtà, molte persone che soffrono di attacchi di panico fanno ripetuti viaggi dal medico o al pronto soccorso, nel tentativo di ottenere il trattamento per quello che credono sia un problema di tipo fisico.

Segni e sintomi di disturbo di panico

Molte persone sperimentano attacchi di panico senza ulteriori episodi o complicazioni. Non vi è motivo di preoccuparsi se hai avuto solo uno o due attacchi di panico. Tuttavia, alcune persone che hanno attacchi di panico ripetuti vanno incontro al disturbo da panico.

ìIl disturbo da panico è caratterizzato da attacchi di panico ripetuti, combinati con grandi cambiamenti nel comportamento o con l’ansia persistente di avere altri attacchi. Si è affetti da disturbo da panico se si hanno frequenti attacchi di panico inaspettati, che non sono legati a una situazione specifica e si è preoccupati di avere un altro attacco di panico. Ci si comporta in modo diverso a causa degli attacchi di panico, come ad esempio si evitano i luoghi in cui precedentemente si è stati in preda al panico.

Mentre un singolo attacco di panico può durare alcuni minuti, gli effetti di attacchi protratti nel tempo possono lasciare un’impronta duratura. Il ricordo della paura intensa e il terrore che si sentivano durante gli attacchi possono avere un impatto negativo  per la propria autostima e causare gravi ripercussioni nella vita quotidiana. Alla fine, tutto questo porta ad i seguenti sintomi del disturbo da panico:

  • ansia anticipatoria. Questa ansia deriva dalla paura di avere attacchi di panico futuri. Questa “paura della paura” è presente per la maggior parte del tempo, e può essere estremamente invalidante.
  • Allontanamento fobico. Si comincia ad evitare certe situazioni o ambienti. Tale allontanamento può essere basato sulla convinzione che la situazione che si sta evitando abbia causato un precedente attacco di panico, oppure si possono evitare luoghi da cui sarebbe difficile scappare o ricevere aiuto. Portato all’estremo, l’allontanamento fobico diventa agorafobia.

Il disturbo da panico con agorafobia 

L’agorafobia tradizionalmente indica la paura di luoghi pubblici e spazi aperti. Tuttavia, ora si ritiene che l’ agorafobia si sviluppi come una complicanza di attacchi di panico. Chi soffre di agorafobia ha paura di avere un attacco di panico in una situazione in cui la fuga sarebbe difficile o imbarazzante o può anche avere paura di avere un attacco di panico in una situazione in cui non sarebbe in grado di ottenere aiuto.

A causa di queste paure, ci si avvia ad evitare sempre più situazioni. Ad esempio, si comincia ad evitare i luoghi affollati, come centri commerciali o palazzetti dello sport, di prendere auto, aerei, metropolitane. Nei casi più gravi ci si sente al sicuro solo in casa.

Chi soffre di agorafobia non si allontana da casa, non va da nessuna parte senza la compagnia di una persona “sicura”, non fa sforzo fisico a causa della convinzione che potrebbe scatenare un attacco di panico, non va in luoghi in cui la fuga non è prontamente disponibile (es. ristoranti, teatri, negozi, mezzi pubblici), non guida, non va luoghi in cui sarebbe imbarazzante avere un attacco di panico, come ad esempio una riunione, non  mangia o beve qualcosa che potrebbe provocare il panico (come alcool, caffeina, o di determinati alimenti o farmaci).

Anche se l’agorafobia si può sviluppare in qualsiasi momento, appare di solito entro un anno dai primi attacchi di panico ricorrenti.

Cause di attacchi di panico e disturbo da panico

Anche se le cause esatte degli attacchi di panico e del disturbo da panico non sono chiare, la tendenza ad avere attacchi di panico si ha in famiglie. Sembra esserci anche una connessione con le transizioni più importanti della vita, come la laurea e l’ingresso nel mondo del lavoro, sposarsi e avere un bambino. Anche il grave stress, come la morte di una persona cara, il divorzio, o la perdita del posti di lavoro possono scatenare un attacco di panico.

Gli attacchi di panico possono essere causati anche da patologie mediche e altre cause fisiche. Se siete affetti da sintomi di panico, è importante consultare un medico per escludere:

  • prolasso della valvola mitrale, un piccolo problema cardiaco che si verifica quando una delle valvole del cuore non si chiude correttamente.
  • Ipertiroidismo (ghiandola tiroidea iperattiva).
  • L’ipoglicemia (zucchero nel sangue).
  • Uso di stupefacenti (anfetamine, cocaina, caffeina).

Il trattamento per attacchi di panico e disturbo di panico

Attacchi di panico e disturbo da panico sono condizioni trattabili. In genere possono essere trattati con successo con le strategie di auto-aiuto o con una serie di sedute di terapia.

Terapia cognitivo-comportamentale

La terapia cognitivo comportamentale è generalmente considerata come la forma più efficace di trattamento per attacchi di panico, disturbi e agorafobia. La terapia cognitivo-comportamentale si concentra sui modelli di pensiero e comportamenti che conservano o innescano gli attacchi di panico. Ti aiuta a vedere le tue paure in una luce più realistica.

La terapia di esposizione per attacchi di panico e disturbo di panico

Nella terapia di esposizione per il disturbo da panico, i pazienti sono esposti alle sensazioni fisiche di panico in un ambiente sicuro e controllato, dandogli l’opportunità di imparare a controllarle. È possibile che gli venga chiesto di iperventilare, scuotere la testa da un lato all’altro, o trattenere il respiro. Questi esercizi diversi provocano sensazioni simili ai sintomi di panico. Con ogni esposizione, si ha meno paura di queste sensazioni interne del corpo e  si acquisisce un maggior senso di controllo sul panico.

Se si soffre di agorafobia, anche l’esposizione alle situazioni che si temono è inclusa nel trattamento. Come terapia di esposizione per le fobie specifiche, è necessario affrontare la situazione temuta fino a quando il panico comincia ad andare via. Grazie a questa esperienza, si impara che la situazione non è dannosa e che si ha il controllo sulle proprie emozioni.

 

Termini più ricercati:

  • attacchi di panico e ciclo mestruale
  • attacchi di panico durante il ciclo
  • ciclo e attacchi di panico
  • ansia durante il ciclo
  • ciclo mestruale e panico
  • ciclo mestruale e ansia
  • attacchi di panico prima del ciclo mestruale
  • attacchi di panico e mestruazione
  • ansia e dolore fine ciclo
  • ansia durante il ciclo mestruale

Commenti

  1. Pingback: Farmaci per curare gli attacchi di panico - Cura e Rimedi | Cura e Rimedi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Blog Cure e Rimedi